Daniele Persegani ci stupisce ancora una volta con una delle sue ricette fantasiose: l'erbazzone, una torta rustica ottima da servire come antipasto di un pranzo primaverile. Con l'arrivo della bella stagione, le erbe amare selvatiche come radicchio, ortiche, erbette di campo o tarassaco, diventano ingredienti prelibati ed eccellenti per la preparazione di piatti nuovi e genuini. Nel caso dell'erbazzone, infatti, il nostro chef unisce al gusto inconfondibile della bieta e delle erbette di campo, il parmigiano, i cipollotti e qualche fetta di pancetta stagionata ad addolcire il tutto. Se preferite potete personalizzare il vostro erbazzone con formaggi vari, sia stagionati che morbidi, come ad esempio la ricotta. Ma diamo un'occhiata alla ricetta originale di Daniele Persegani, che in questo video ce la insegna passo passo.
CONDIVIDI
Gli amici vi hanno fatto un'improvvisata? Preparate questi sfiziosi ventagli di crepes al radicchio selvatico di Daniele Persegani. Lo chef di Casa Alice si è messo all'opera anche stavolta con un'altra delle sue ricette semplici ma invitanti come i ventagli di crepes. Si parte dalla preparazione delle crepes con i quattro ingredienti classici: latte, farina, uova e una noce di burro. E si procede con un ripieno composto da ricotta, parmigiano, radicchio, porro, burro, olio, sale e pepe. I ventagli di crepes al radicchio sono un piatto ideale da servire a cena come piatto unico, magari accompagnato da un contorno ricco come delle verdure in pastella o dei sofisticati minirosti di verdure.
CONDIVIDI
Lo chef Daniele Persegani ci presenta un ricco primo piatto a base di patate che ha chiamato rotolo di patate bicolore, dal momento che ad una parte dell'impasto (a base di patate) vengono aggiunti gli spinaci, prima di dar vita a un rollè, che al taglio si presenterà bicolore. Due colori diversi anche per le due salse usate in questa ricetta. Un'idea "colorata" e molto saporita per arricchire il rotolo di patate. Il nostro chef Persegani ha utilizzato una salsa rossa a base di pomodoro e ricotta, e una salsa bianca preparata con una crema aromatizzata di besciamella, tuorli d'uova, pecorino e pepe nero. Una sorta di salsa a metà tra carbonara e cacio e pepe. Una parte dell'impasto base per il rotolo è preparato secondo la ricetta tradizionale degli gnocchi di patate, cioè con farina, uova, parmigiano e patate; per l'altra metà dell'impasto, invece, basterà aggiungere una manciata di spinaci precedentemente lessati. Ma guardiamo la video ricetta completa e seguiamo il nostro Daniele Persegani nella preparazione di questo appetitoso rotolo di patate.
CONDIVIDI
Il nostro chef Daniele Persegani è il protagonista di una nuova puntata di Casa Alice dove, in compagnia di Franca Rizzi, si è dedicato alla preparazione delle lingue di gatto. Le lingue di gatto sono nient'altro che dei biscotti molto semplici da preparare, dalla forma appiattita e allungata, simili per l'appunto nella forma di una lingua. Gli ingredienti che ci occorrono per preparare le lingue di gatto sono tra i più comuni nella preparazione di dolci: farina, uova, zucchero e burro. Niente di più semplice da trovare in dispensa. Le lingue di gatto sono ideali da servire durante un tè con le amiche, dal momento che si abbinano perfettamente a bevande calde; oppure potreste pensare alle lingue di gatto per far sgranocchiare ai vostri bambini un dolcetto sano e semplice. Ma non solo... Non sono pochi i pasticceri soliti servirsi delle lingue di gatto per decorare coppe di gelato o per guarnire torte. Un'idea potrebbe essere quella di sistemare le lingue di gatto in posizione verticale intorno ad una torta, ma anche mangiate da sole, o magari con una spalmata di crema pasticcera su un lato, non sono niente male. Il nostro chef ci serve le lingue di gatto in una coppa di cremosa e soffice crema al mandarino. Una vera delizia.
CONDIVIDI
Lo chef Daniele Persegani ci presenta la sua polenta nel vaso: un modo molto originale (oltre che pratico) per servire la classica polenta con salsa di pomodoro e salsiccia, che viene in questo caso conservato e servita all'interno di vasetti di vetro a tenuta ermetica.
CONDIVIDI
Lo chef Daniele Persegani prepara dei tortelli (rigorosamente fatti a mano) con un ripieno a base di spalla cotta di San Secondo, ricotta e parmigiano stagionato 30 mesi. Una volta pronti e cotti, i tortelli vengono saltati con del miele e dell'aceto balsamico tradizionale di Modena. La spalla cotta di maiale è, insieme all'aceto balsamico tradizionale, un'altra delle grandi eccellenze agroalimentari italiane e la sua produzione vanta origini antichissime. La spalla cotta è la più antica specialità del parmense, risale al 1170. Si ricava dalla spalla del maiale e ha origine nel comune di San Secondo, vicino Parma. La troviamo citata addirittura negli scritti del Petrarca.
CONDIVIDI
Lo chef Daniele Persegani ci insegna a sfilettare lo scorfano e preparare un primo piatto semplice e gustosissimo: spaghetti allo scorfano con pomodorini. Gli ingredienti sono pochi e semplici, perchè è il pesce in questo caso a giocare il ruolo più importante: deve essere freschissimo e gli altri ingredienti (pomodoro, aglio, prezzemolo) non devono coprirne il sapore ma esaltarlo. Se è vero che lo scorfano non è tra i pesci più belli a guardarsi, è altrettanto vero che la sua carne è tenera e delicata e si presta benissimo a piatti come questo. Nel video, Daniele Persegani dedica particolare attenzione alla sfilettatura del pesce. Vediamo come fare..
CONDIVIDI
Lo chef Daniele Persegani prepara uno sfizioso timballo soffiato di riso con carciofi e formaggi. Risotto, timballo o soufflé? A metà strada tra queste tre preparazioni, questa ricetta viene preparata dapprima come un normale risotto (mantecato con i formaggi e i carciofi saltati), avendo cura di non ultimare del tutto la cottura del riso. Il risotto viene poi arricchito con uova e besciamella e la sua cottura prosegue in forno, all'interno di stampi (in questo caso monoporzione) foderati internamente con burro e polenta gialla. Per la sua ricetta, lo chef usa il riso della qualità "vialone nano" de La Pila, cooperativa di produttori di riso costituita nel 1987 da 12 aziende agricole nella bassa veronese
CONDIVIDI
Lo chef Daniele Persegani rivisita la classica pasta all'arrabbiata e la arricchisce con il pesce. Nel video (tratto da Casa Alice) impariamo come preparare i paccheri all'arrabbiata con stoccafisso. Si tratta di un primo piatto molto veloce, dal momento che lo stoccafisso viene tagliato in piccoli pezzi e necessita dunque di un tempo di cottura ridotto. A determinare il tempo che ci servirà per la preparazione è quindi principalmente il tempo di cottura dei paccheri, che vanno comunque scolati un pò al dente per terminare la cottura in padella insieme al sugo. Oltre allo stoccafisso , ci serviranno soltanto dei pomodorini rossi e succosi, aglio, olio extravergine d'oliva e naturalmente...il peperoncino! Per questa ricetta lo chef Daniele Persegani utilizza dello stoccafisso norvegese di primissima scelta. Se ti è piaciuta questa ricetta, prova anche i cannelloni ripieni di stoccafisso e ricotta con zucca e speck
CONDIVIDI
Quello del formaggio con il miele è da sempre considerato un abbinamento davvero gourmand. Nella ricetta che vi proponiamo, miele millefiori e pecorino diventano il goloso ripieno di fagottini di crepes gratinati in forno con un tocco finale da chef: croccanti scaglie di mandorle a decorare i fagottini, legato con foglie di porro tagliate a nastro e scottate brevemente in acqua bollente. La ricetta è quella proposta dallo chef Daniele Persegani all'interno del programma Casa Alice Se questa ricetta ti è piaciuta, prova anche i fagottini di crepes con carciofi e gamberi di Cristina Lunardini.
CONDIVIDI
Lo chef Daniele Persegani ci presenta una ricetta davvero sfiziosa, un antipasto "passepartout" per le occasioni più svariate: i cestini di pasta fillo con Tuma d'la paja. Per la preparazione dei suoi cestini di pasta fillo Daniele Persegani sceglie un formaggio molto particolare, il Tum d'la paja. Di produzione Beppino Occelli, un tempo questo formaggio veniva maturato sulla paglia (da cui prende il nome), fino a diventare cremoso, morbido e dal sapore particolare. Il Tuma d'la paja si presenta con la crosta bianca e rugosa e nasconde un cuore di latte delicato con un lieve sentore di nocciola. Un vera chicca per tutti gli amanti di formaggi e latticini. È proprio la cremosità del Tuma d'la paja che garantisce ai cestini di pasta fillo un aspetto filante e cremoso nella farcia. Daniele Persegani utilizza un foglio di pasta fillo già pronto, ma se avete qualche minuto in più potete preparare voi stessi la pasta fillo seguendo la nostra ricetta. Siete pronti a preparare questi appetitosi cestini? Allora procuratevi patate, porri, un rotolo di pasta fillo e il Tuma d'la paja. Assemblare il tutto sarà un gioco da ragazzi.
CONDIVIDI
Come si preparano le scaloppe di ricciola con salsa di noci? Ce lo spiega passo passo lo chef Daniele Persegani, che consiglia questo piatto in occasione delle festività natalizie. La frutta secca è un classico delle feste, come anche il pesce (indicato per la cena della vigilia), perchè allora non unire questi due ingredienti per creare un secondo davvero ricco e saporito? Il procedimento è quello classico delle scaloppe: i tranci di ricciola vengono dapprima infarinati e poi cotti in padella con il burro. La ricciola è un pesce che non necessita di una lunga cottura, basteranno pochi minuti. Al tutto poi si aggiungono le noci tritate e le panna fresca. Se poi tra gli ingredienti c'è anche dell'ottimo prosecco italiano, che possiamo anche bere per accompagnare degnamente questo piatto, allora è davvero festa!
CONDIVIDI
Segui Alice Tv su:
Segui Casa Alice su:

Via Tiburtina 924, 00156 Roma tel. +39 06.43224.1 fax +39 06.43224.777 - Via Boccaccio 4, 20123 Milano tel. +39 02 55410.829 fax +39 02.55410.734

www.ltmultimedia.tv - corporate@ltmultimedia.tv